Fondo Caroli

Raffaele Caroli (1879-1946)

Il fondo consiste in otto positivi alla gelatina in formato variabile tra cm 22,5 a 25,5x28,5 a 32 con didascalia descrittiva, più altri diciassette nel formato cm 9x12.

Nel giugno del 1904 arriva nello Stato Libero del Congo [denominazione dell'attuale Repubblica Democratica del Congo, dal 1908 al 1960 avviene l'annessione al Belgio e diventa Congo Belga] come Ufficiale del Genio Pontieri, dopo un corso di preparazione coloniale di tre mesi a Bruxelles. Viaggia per sei mesi verso la destinazione del Katanga aprendosi la via per prendere servizio alle dipendenze del «Comitato Speciale per il Katanga». Fu molto apprezzato e si distinse come ufficiale nella Force Publique dello Stato Indipendente del Congo nella campagna contro i rivoltosi Batetela del 1907. Nel 1909 passò al Servizio Territoriale occupandone tutte le cariche fino a raggiungere, nel 1928, il grado di Commissario di Distretto di Prima Classe. Con questa carica amministrò i Distretti del Tanganika Moero e Lulua. Si stabilì infine a Usumbura a nord del Lago Tanganika nel Ruanda Urundi dove morì e venne sepolto il 7 marzo 1946.

La sua attenzione alla popolazione locale è ovviamente datata e documentata da una fortissima passione per la raccolta degli oggetti materiali e la documentazione fotografica di luoghi, persone e attività. Nel 1953 i suoi eredi cedevano la collezione al Museo Preistorico-Etnografico di Roma.